La crisi, spiegata con camion carichi di soldi

Ora che l’apice (o la fase più isterica) della crisi sembra per il momento “congelata” come l’Italia e l’Europa tutta, vale la pena di segnalare e fare i complimenti agli autori del sito “demonocracy.info”. I bravissimi grafici sono entrati in azione riuscendo a spiegare con le immagini una realtà che sfugge alla mente abituata a ordini di grandezza quotidiani, e lo fa mediante il ricorso a qualcosa che è invece familiare a tutti: il camion.

In particolare vale la pena di guardare la pagina che spiega il debito pubblico e privato in Europa:

Su un pallet si possono caricare 100.000.000 di euro (approssimativamente l’importo dei bonus degli amministratori delegati delle super-banche durante la crisi finanziaria, dice la didascalia originale). Un TIR porta venti pallet per un totale di €2.000.000.000. La didascalia osserva che poiché il deficit della Grecia ammonta a €24,125,000,000, il paese ha bisogno di avere in prestito dodici di questi camion carichi di biglietti da €100 per non andare in bancarotta.

La pagina sopra fornisce dettagli più approfonditi, cliccando sui loghi delle banche cui i governi dovevano € 560.410.000.000, al momento degli stress test obbligatori effettuati come previsto dalla normativa implementata dall’EBA. Potete ovviamente divertirvi a contare quanti Tir carichi di soldi sono in fila…

Nella grafica qui sopra sul sito di origine troverete le informazioni sul prestito privato delle 13 banche più grandi, ognuna con una propria corsia preferenziale. La lunghezza del convoglio, una volta messi tutti i veicoli in fila, sarebbe di 26,7 km. Se si dovessero comprare nuovi in camion per trasportare i soldi prestati ai privati ci vorrebbero, secondo gli autori, tre pallet di biglietti da 100 euro.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in crisi, debito, debito sovrano, economia e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...